Corsi per ciclomotori

La normativa essenziale della patente AM

Come è noto, a decorrere dalla data del 19 gennaio 2013 il certificato di idoneità alla guida del ciclomotore (di seguito CIGC – necessario per la guida di ciclomotori a due o a tre ruote e di quadricicli leggeri) ` stato sostituito dalla patente UE di categoria AM, quale introdotta dal D.Lgs. n. 59 del 2011.

Il conseguimento delle nuova patente comporta, come per le altre, un esame di teoria e uno di pratica, senza l'obbligo del corso teorico.

Sono spariti dunque i corsi nelle scuole e l'obbligo di avere il certificato di frequenza al corso prima di iscriversi agli esami.

La prova teorica verte sugli argomenti già oggetto, alla data della presente circolare, della corrispondente prova per il conseguimento di un CIGC. Con riferimento alle modalità di espletamento della stessa, si distingue una fase transitoria da una fase a regime (nel cui ambito le prove verranno effettuate con supporti informatici come già avviene per le patenti A e B).

Superata la prova teorica, il candidato conseguirà un foglio rosa, al fine di esercitarsi alla guida su ciclomotore a due o tre ruote o su quadriciclo leggero. Al riguardo si fa presente che:

  • qualora le esercitazioni si effettuano su ciclomotori a due ruote, o su ciclomotori a tre ruote o quadricicli leggeri non omologati per il trasporto di un passeggero a fianco del conducente, le stesse si svolgono in luoghi poco frequentati;
  • qualora le esercitazioni si effettuano su ciclomotori a tre ruote o quadricicli leggeri, omologati per il trasporto di un passeggero a fianco del conducente, durante lo svolgimento delle stesse è presente a bordo una persona in qualità di istruttore, titolare dei requisiti di cui all'articolo 122, comma 2, CdS.

La prova pratica di guida, pertanto, può essere svolta, indifferentemente, con ciclomotore a due ruote o a tre ruote o con quadriciclo leggero, purché omologati per il posto di un passeggero oltre al conducente.

Tali veicoli possono essere muniti, indifferentemente, di cambio automatico o manuale, fermo restando che - qualora la prova venga sostenuta su veicolo con cambio automatico - sulla patente di guida, in corrispondenza della categoria AM, sarà annotato il codice UE armonizzato "78": pertanto al titolare della patente così conseguita sarà preclusa la guida di veicoli di categoria AM con cambio manuale.

La prova consta di due fasi:

  • la prima consiste nell'esecuzione di talune manovre, da svolgersi in area appositamente attrezzata: manovre diverse a seconda che la prova sia sostenuta su ciclomotore a due ruote, ovvero su ciclomotore a tre ruote o su quadriciclo leggero. In tale fase il candidato, a prescindere dal tipo di veicolo utilizzato, è da solo alla guida;
  • la seconda, a cui si accede solo se si è superata la prima, verifica la capacità di guida del candidato nei traffico. In tale fase sul veicolo, diverso dal ciclomotore a due ruote, è presente una persona in qualità di istruttore, in possesso dei requisiti di cui all'articolo 122, comma 2, CdS.

Anche quei soggetti che hanno compiuto la maggiore età entro a data del 30 settembre 2005, che fino al 18 gennaio 2013 avevano la possibilit&agrve; di conseguire il “patentino” senza esami ma solo con l'obbligo del corso, adesso dovranno fare gli esami come tutti gli altri.

La patente AM si consegue a 14 anni ma vale negli altri Stati UE solo a partire da 16 anni.

  • mantengono la loro validità su territorio nazionale (vedi art. 25, comma 1, D.L.gs. n. 59 del 2011);
  • sono sottoposti alla disciplina della patente AM (vedi art. 25, comma 3, D.Lgs. n. 59 del 2011);
  • sono sostituiti con patente AM, in caso dì richiesta di duplicato a qualunque titolo (conferma di validità, deterioramento, smarrimento, furto, distruzione) (vedi art. 25, comma 2, D.Lgs. n. 59 del 2011).

Inoltre, dal 19 gennaio 2013, qualora un titolare di CIGC, conseguito prima voglia condurre ciclomotori a due o tre ruote o quadricicli leggeri in ambito UE o SEE, deve un duplicato dello stesso, affinché l'UMC emetta una patente AM. Al riguardo si ricorda che la patente AM è conseguibile in Italia a decorrere dai 14 anni, ma abilita alla guida dei relativi veicoli in ambito UE o SEE solo a decorrere dal compimento dei 16 anni, fatta salva la possibilità di altri Stati membri di riconoscere la validità nel proprio territorio di una patente AM rilasciata a 14 anni.

L’Autoscuola Margiotta dispone di mezzi, attrezzature e istruttori per il conseguimento della particolare autorizzazione alla guida.

 

 
Età
  • 14 anni (16 anni per la guida in un paese UE)
Validità

Segue le scadenze previste per la patente A, ossia:

  • Valido ogni 10 anni fino a 50 anni di età
  • 5 anni per chi ha un'età compresa tra 50 e i 70 anni
  • 3 anni per chi ha superato i 70 anni
Esami

Per i minorenni:

  • Corso con frequenza obbligatoria
  • Esame teorico
  • Esame pratico

Per i maggiorenni:

  • Esame teorico
  • Esame pratico
Cosa abilita a guidare
  • Ciclomotori di cilindrata fino a 50 cm3 e con velocità massima di 45 km/h
  • Tricicli leggeri di cilindrata fino a 50 cm3 e con velocità massima di 45 km/h
  • Quadricicli leggeri con massa a vuoto inferiore a 350 kg, cilindrata massima di 50 cm3 e velocità massima di 45 km/h
Documenti necessari
  • N. 1 Foto tessera
  • N. 1 marca da bollo da € 14,62
  • Certificato medico
  • Certificato anamnestico (rilasciato dal medico di famiglia)

 

Orari dei corsi di teoria

Sede Rieti 1 – Via Calcagnadoro

Dal Lunedì al Venerdì
Dalle ore 10:00 alle ore 11:00
Dalle ore 15:00 alle ore 16:00
Dalle ore 18:30 alle ore 19:30

Sede Rieti 2 – Via Palmegiani

Dal Lunedì al Venerdì
Dalle ore 17:00 alle ore 18:00

Sede Magliano Sabina

Martedì - Giovedì - Venerdì
Dalle ore 18:00 alle ore 19:00

Orari delle lezioni di guida

Sedi Rieti

Dal Lunedì al Venerdì
Dalle ore 09:00 alle ore 20:00

Sabato
Dalle ore 09:00 alle ore 13:00

Sede Magliano Sabina

Martedì - Giovedì - Venerdì
Dalle ore 15:00 alle ore 20:00

Mezzi

Malaguti DVD

Malaguti DVD

SYM Vip

SYM Vip